Un aiuto concreto per i giovani agricoltori dalla Banca Nazionale delle terre agricole

 In Ambiente, In evidenza, Le imprese e il lavoro

Al via la sperimentazione di una nuova forma di valorizzazione dei beni comuni con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di nuove realtà agricole.

Il Ministero delle politiche agricole ha aperto la procedura di messa in vendita di 8 mila ettari di terreno agricolo da coltivare.

Questo progetto sperimentale che vede la partecipazione della Banca Nazionale delle terre agricole è il primo tassello di un’operazione complessiva che comprenderà la vendita di oltre 20 mila ettari.

Sul sito dell’ISMEA, soggetto gestore della Banca agricola, è possibile visualizzare i terreni in vendita con tutte le caratteristiche e la loro tipologia di coltivazione.

Per partecipare bisogna inviare la manifestazione d’interesse entro il mese di febbraio 2018 e, successivamente, partecipare alla vendita.

Ti potrebbe interessare anche…
Programma per sostenere i marchi delle imprese italiane all'esteroMatteo Renzi in visita alla Lega del Filo d'oro