PROROGATI ALCUNI TERMINI PER I BILANCI DEI COMUNI DEL SISMA

 In Blog, In evidenza, La ricostruzione

Con un decreto del Ministro Minniti i Comuni del “cratere” avranno tempi più congrui per gli adempimenti

Accogliendo una richiesta dell’ANCI che con i colleghi del Partito Democratico avevamo sostenuto e caldeggiato, il Ministro dell’Interno ha adottato un proprio Decreto che proroga per i Comuni colpiti dagli eventi sismici del 2016 alcuni termini relativi al bilancio di previsione 2017-2019 e al rendiconto 2016.

In particolare l’atto dispone che per i Comuni compresi negli allegati 1 e 2 del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito con modificazioni dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, sono disposte le seguenti proroghe:

a) al 31 dicembre 2017 del periodo di sospensione dei termini per l’approvazione del bilancio di previsione 2017/2019 e del conto del bilancio dell’esercizio 2016;

b) al 31 marzo 2018 del periodo di sospensione dei termini per l’approvazione del conto economico e dello stato patrimoniale relativi all’esercizio 2016;

c) al 31 marzo 2018 del periodo di sospensione dei termini per l’approvazione del bilancio consolidato relativo all’esercizio 2016, per gli enti con più di 5.000 abitanti, tenuti all’approvazione;

d) al 31 marzo 2018 del termine previsto dal decreto del Ministero dell’economia e delle finanze dell’11 novembre 2016 per la restituzione del questionario di cui all’art. 5, comma 1, lettera c) , del decreto legislativo 26 novembre 2010, n. 216, denominato FC20U – Questionario unico per i Comuni, le unioni di Comuni e le comunità montane delle regioni a statuto ordinario.

Quello del Ministro Minniti è un atto che consente ai Comuni di poter meglio gestire i propri Bilanci e di avere tempi più congrui per i vari adempimenti.

Positivo!

Ti potrebbe interessare anche…
Pasticcio Consob e Bankitalia su Banca MarcheReddito di inclusione per le famiglie povere