MADE IN ITALY – Valorizzazione del pane fresco

 In Blog, In evidenza, Le imprese e il lavoro, Territorio

Via libera della Camera alla proposta di legge che prevede il rilancio e la valorizzazione del settore del pane fresco artigianale.

Il settore del pane fresco artigianale è importante per l’economia del nostro Paese con un patrimonio che conta circa 200 specialità, di cui 95 già iscritte nell’elenco del Ministero delle politiche agricole. Si tratta di un settore del valore di 7 miliardi di euro, con 400.000 addetti, operanti in 25.000 imprese, in gran parte di dimensioni familiari, che sfornano ciascuna una media di 100 chilogrammi di pane al giorno.

Il pane è un elemento fondamentale della nostra nutrizione, è un prodotto capace di rappresentare il territorio italiano e gli antichi saperi legati alla sua lavorazione. Per questi motivi, con questa proposta di legge, il pane fresco italiano viene riconosciuto come rappresentativo del patrimonio culturale nazionale. Una risposta normativa ad alcune problematiche particolarmente sentite nel settore come la necessità di una regolamentazione chiara di cosa debba intendersi per pane fresco rispetto al pane conservato, al fine di meglio garantire la necessaria informazione al consumatore.

La proposta di legge introduce innanzitutto la denominazione di “forno di qualità” riservata in via esclusiva ai panifici che producono e commercializzano pane fresco; definisce e distingue poi le diverse tipologie di pane, in particolare quello fresco “di” pasta madre da quello fresco “con” pasta madre; la possibilità di congelamento del prodotto adatto al consumatore e la possibilità di scegliere tra pane fresco, pane confezionato, pane presurgelato e altri prodotti da forno simili.

Un nuovo e più attuale quadro legislativo completo, quindi, che rende, da un lato, le informazioni più efficaci e veritiere e, dall’altro, consente alle imprese di pianificazione di aumentare e di valorizzare le peculiarità artigianali delle loro attività e dei loro prodotti.

Previste pesanti sanzioni amministrative per le violazioni degli obblighi fino alla sospensione dell’attività per violazioni di particolare gravità o recidiva.

Ti potrebbe interessare anche…
Il volume di affari dei prodotti contraffati è grande come il PIL dell’AustriaArgomento più importante nella legge di Bilancio 2018 è il terremoto